Mortandello: per gli alberghi termali zona rossa da un anno, ristori adeguati

Due proposte per il sostegno del turismo nel bacino termale e alcune azioni concrete a livello comunale.

E’ quanto esposto dal sindaco di Montegrotto Terme Riccardo Mortandello nel corso dell’incontro organizzato dal presidente di Anci Veneto, Mario Conte, con i sindaci di alcune località turistiche del Veneto dedicato alla tassazione e ai tributi dei comuni turistici verso le imprese, alberghiere ma non solo.

“Nel corso dell’incontro – spiega Riccardo Mortandello – sono emersi alcuni punti di vista interessanti. Come Montegrotto Terme abbiamo fatto due proposte: considerare il bacino termale dal punto di vista dei ristori come zona rossa (per tutto il 2020 e fino al termine delle restrizioni sul movimento interregionale) e un maggiore finanziamento regionale per le OGD”.

“Alla base della prima richiesta – spiega Mortandello – c’è una dato di fatto: i nostri alberghi e alcuni dei nostri esercizi commerciali vivono all’85% con turisti provenienti dall’estero e da fuori Regione. Per queste attività le limitazioni di movimento extraregionale anche le zone gialle o arancioni corrispondono a una mancanza totale, o quasi totale, di clienti. Per queste realtà legate al turismo i ristori vanno equiparati, da un punto di vista normativo nazionale, a quelli presenti nelle zone rosse perché il turismo senza mobilità non può lavorare”.

“Inoltre – prosegue il primo cittadino sampietrino – spesso gli imprenditori del turismo vengono a bussare alle porte dei Comuni chiedendo aiuti che consentano di sopravvivere e rilanciare le loro attività. Visto che la Regione ha strutturato il turismo secondo destinazioni turistiche, bisogna che queste vengano finanziate maggiormente, in modo da innescare un insieme di azioni per programmare un rilancio delle attività, per farsi trovare pronti quando la situazione epidemiologica consentirà di ripartire. Le destinazioni turistiche, compreso ogd Terme e Colli euganei, vanno finanziati adeguatamente. L’ho detto chiaramente all’assessore Caner”.

“Per il resto – aggiunge Mortandello – mi pare un’ottima notizia che Federalberghi abbia sposato la nostra proposta di portare aventi la nostra destinazione come località per il recupero della sindrome da Long Covid, siamo sulla stessa lunghezza d’onda”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *