Mortandello sul Palazzo del Turismo: bene l’interesse degli albergatori, collaboriamo

“Il presidente di FederAlberghi sul Palazzo del Turismo questa volta mi trova d’accordo, i danni dovrebbe pagarli chi li ha fatti, chi per anni ha trascurato la manutenzione ordinaria e straordinaria fino a trasformare un teatro in un rudere, una responsabilità condivisa tra gli ex sindaci e la Provincia che non ha mai vigilato e richiesto quanto era previsto nella convezione”, così il sindaco di Montegrotto Terme Riccardo Mortandello risponde al presidente di Federalberghi Terme Abano Montegrotto che ha chiesto l’intervento della Corte dei Conti per chiedere i danni a chi ha ridotti in stato di degrado il Palazzo del Turismo a Montegrotto e il Kursaal di Abano. 

Fino ad oggi – prosegue Mortandello – avere uno spazio pubblico condiviso dove organizzare eventi non è mai stata una priorità per gli albergatori di questo Comune, ciascuno ha sempre preferito organizzare in proprio, persino per le grandi feste all’aperto come i fuochi di ferragosto. Spero che questo momento di grande difficoltà possa aiutarci a fare squadra, a collaborare insieme pubblico e privato per i nostri cittadini e per il rilancio del turismo”. 

“Da mesi – conclude il sindacostiamo lavorando ai termini di un nuovo accordo con la  Provincia per la cessione al Comune del diritto di superficie, in modo da poter procedere a un rilancio della struttura che attraverso un  accordo pubblico privato ci consenta di avere il denaro per la ristrutturazione e un progetto credibile per il suo funzionamento negli anni. Visto l’interesse, coinvolgeremo in questo progetto anche gli albergatori. Confidiamo di trovare negli imprenditori locali e negli albergatori  partner sensibili e disponibili a investire nel territorio in cui operano. Alle parole è importante far seguire ai fatti”. 

Nel frattempo, la Provincia di Padova ha accolto la richiesta del Comune e ha messo in sicurezza il Palazzo chiudendolo con delle reti per inibire l’accesso a persone non autorizzate. 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *