Nuovo pulmino per il trasporto di persone disabili, anziani e ospiti del comune

Un nuovo pulmino superaccessoriato per i trasporti sociali delle persone con disabilità e degli anziani

Questo  l’ultimo acquisto del Comune di Montegrotto Terme per dotare l’Auser, a cui è affidato il servizio, di un mezzo adatto alle esigenze della comunità.
“I mezzi di cui disponiamo – spiega il consigliere comunale Silvio Nardo, che è anche volontario dell’Auser – pur non essendo vetusti, non sono idonei. Eravamo nell’assurda situazione che disabili e anziani dovevano entrare con la carrozzina inclinata a mano dall’operatore e per passare dal portellone dovevano tenere la testa piegata, cosa non è semplice per tutti e per alcuni è proprio impossibile. Per questo il Comune ha acquistato un nuovo pulmino, questa volta adatto a tutte le esigenze: sia delle persone che devono muoversi in carrozzina, sia per il trasporto degli ospiti con bagagli”.
Il pulmino è un Opel Movano sul quale possono essere trasportate 9 persone, compresa quella in carrozzina. È stato acquistato per 42.700 euro, cifra comprensiva della pedana in grado di portare fino a 350 kg, quindi adatta anche alle sempre più diffuse carrozzine elettriche. La pedana ha una particolare chiusura a libro che consente, quando non è utilizzata per il trasporto delle persone disabili, di avere nel bagagliaio spazio sufficiente per caricare i bagagli degli ospiti.
Il mezzo è dotato anche di una pedana laterale per agevolare la salita e la discesa degli ospiti, e ha tutte le dotazioni più moderne in tema di comfort e di sicurezza.
L’associazione Auser ha dal 2017 e fino al 2021 una convenzione per il trasporto delle persone non autonome, perché anziano o con disabilità.
I mezzi vengono guidati da 8 pensionati volontari (7 uomini e una donna), che svolgono il servizio gratuitamente. Le persone che ne hanno bisogno vengono trasportate soprattutto per visite, terapie o analisi nelle strutture di competenze dell’Ulss 6: ossia a Padova o negli ospedali di Schiavonia, Piove di Sacco, Camposampiero, In media vengono percorsi 100 – 150 km al giorno.
Chi avesse necessità di questo servizio deve rivolgersi ai Servizi sociali del comune di Montegrotto Terme e presentare la documentazione necessaria, tra cui Isee. A seconda della situazione i Servizi sociali stabiliscono se il servizio viene erogato gratuitamente o con una compartecipazione della spesa.
“È un servizio – spiega l’assessora al Sociale Elisabetta Roetta – molto gradito dai nostri cittadini. Nonostante i volontari si prodighino in maniera gratuita, il Comune sostiene il costo dell’acquisto, della manutenzione e dei consumi delle auto. Non è poco, ma sono convinta che compito dell’ente pubblico sia proprio prendersi cura dei più deboli, perché disabili nella vita prima o poi lo siamo tutti”.

 

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *