Un week end nel Medioevo tra cultura, gioco e teatro a Montegrotto Terme

Il tempo di Berta

Sabato 7 e domenica 8 settembre, Montegrotto Terme rievoca la storica leggenda di Berta con uno spettacolo lungo due giorni che coinvolgerà tutto il paese. Centro degli eventi sarà quest’anno il parco Mostar. Sabato a partire dalle 15 ci saranno gli spettacoli di giullari, giocolieri, musici e cavalieri, alle 20 con l’arrivo del Corteo dell’Imperatore si aprirà la cena della Corte con musiche, danze e spettacoli per intrattenere gli ospiti. 

Domenica la taverna e il mercato del borgo riapriranno alle 10 del mattino, seguiranno le danze medioevali e i giochi per i bambini. Alle 16 in piazza Roma ci sarà l’esibizione di tamburini e sbandieratori, e alle 16.30 partirà il corteo storico con le sfilate per le vie del paese della corte del signore di Montagnon e delle sei contrade in onore di Enrico IV e di Bertha di Savoia. 

La grande rappresentazione teatrale con oltre duecento tra attori, figuranti e ballerini, affidata quest’anno alla regista Camilla Rizzardi, andrà in scena domenica alle 21 e chiuderà la due giorni. 

“Per noi – spiega il sindaco Riccardo Mortandello – è importante valorizzare una leggenda che caratterizza il nostro territorio, perpetuare nel tempo la storia che lega principalmente due donne, Berta popolana sampietrina e Bertha di Savoia imperatrice. Questa storia ci permette di favorire un nuovo attaccamento alla radici della nostra città e di dare nuova spinta alla sua vocazione turistica”.

L’organizzazione della festa è a cura dell’APS Berta, ma alla sua realizzazione collaborano una dozzina di associazioni del paese ed è resa possibile dal contributo di 20 mila euro da parte dell’amministrazione comunale e dal sostegno di tante attività private. 

“Per lo  spettacolo – spiega la regista Rizzardi – abbiamo condotto una ricerca culturale e storica attorno a questa leggenda ancora molto moderna che ruota intorno a due figure importanti, due donne che a modo loro smuovono il tessuto sociale, le regole consolidate e fanno una piccola rivoluzione”.

“Per il prossimo anno – annuncia il presidente dell’associazione Berta, Salvatore Negro – stiamo già immaginando un’edizione ancora più ampia con un palio di giochi che coinvolga le contrade di Montegrotto Terme, l’Aquila, il Lupo, il Merlo, i Pesci, il Toro e la Volpe. Per questo facciamo un appello a tutti i cittadini perché la crescita di questa manifestazione, che necessariamente non può essere commerciale ma porta molto alla nostra realtà, ha bisogno dell’impegno di tutti”. 

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Lino Rubini ha detto:

    Complimenti nel rispolverare antiche leggende che portano allegria con l’umile cultura, della povera gente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *