Pet therapy al centro sociale di via Diocleziana

Una casetta per coniglietti e galline

È spuntata qualche settimana fa nel giardino del centro sociale di via Diocleziana, costruita con maestria dal consigliere comunale Silvio Nardo, che per gli anziani ha voluto ricreare un contesto che ricordasse le case di campagna di una volta: è una casetta esagonale che ospita due galletti, tre gallinelle, un coniglio e due conigliette. E nel giro di un mese dovrebbero nascere anche altri conglietti.
“L’idea – spiega il consigliere – mi è venuta dal fatto che tanti anziani parlano degli animali che avevano in casa quando erano giovani, cosa che non è più possibile negli appartamenti moderni. Ho pensato che sarebbe stato bello per loro poter ancora accarezzare i coniglietti, chiacchierare tra galline che scorrazzano, è così mi sono messo al lavoro e ho costruito questa casetta. Ho interrato una rete profonda un metro per evitare che i conigli scappino scavando un tunnel, come sono soliti fare, e ho rivestito la prima rete metallica con un’altra rete a maglie più sottili per far sì che quando ci saranno i pulcini, non escano da maglie troppo larghe”. La struttura esagonale ha un tetto cupola di copertura, e due casette interne: una per galline e una per coniglietti.
Il progetto è stato anche presentato alle insegnanti delle scuole dell’infanzia e primarie della zona che l’hanno accolto con entusiasmo: nei prossimi mesi i bambini potranno andare a fare lezione di scienze nel giardino, accolti dai volontari dell’Auser che metteranno a disposizione fieno per dare da mangiare ai coniglietti e granoturco per gallinelle.
“Il progetto – prosegue il consigliere Nardo – non è costato nulla al Comune. Mi prendo cura personalmente ogni mattina della pulizia della struttura e di dar da mangiare agli animali. Quando non ci sono lo fanno volentieri gli altri volontari, che si sono già innamorati degli animali”.
“Non abbiamo un progetto strutturato – spiega Nardo – ma ci sono molti studi scientifici che dimostrano come il rapporto con animali abbia effetti benefici sull’umore e anche sul ritmo cardiaco. La conferma della bontà del progetto mi è venuta dal colloqui con il responsabile del centro sollievo per i malati di Alzheimer che da settembre sarà attivo al venerdì in via Diocleziana. È stato molto contento di questa presenza e ha detto che anche i pazienti con Alzhiemer potranno trarne beneficio”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *