Verde a Montegrotto Terme

Verde: Montegrotto Terme vara il programma triennale con la gara europea 

La gestione del verde pubblico a Montegrotto Terme cambia completamente registro. Dopo due anni e mezzo di studio da parte dei tecnici del Comune e di uno studio di progettazione specializzato, l’amministrazione comunale, grazie all’impegno del Consigliere Lodino Zella delegato alle manutenzioni, ha redatto e approvato un progetto triennale e lo ha inviato alla centrale unica di committenza della Provincia di Padova che sta espletando la gara europea per l’affidamento.
“Si tratta di una novità particolarmente importante per il nostro Comune – spiega il sindaco Riccardo Mortandello – perché siamo finalmente giunti a una programmazione pluriennale con un controllo totale del territorio prima mancante. Lo strumento della gara europea è svincolato da qualsiasi dinamica clientelare locale. Teniamo presente che la gestione del verde, assegnato in piccoli lotti sempre ad affidamento diretto, è stato uno degli elementi fondanti delle problematiche giudiziarie che hanno coinvolto le precedenti amministrazioni. Dopo aver riportato il decoro nel verde del Comune sampietrino con quest’atto giriamo anche definitivamente pagina con quelle modalità”.
Il principio che ha guidato i tecnici nella redazione del progetto è stata la riqualificazione con l’obiettivo di riportare le aree verdi a livelli degni di una destinazione turistica, ripensando al design delle aiuole e degli spazi  e programmando sfalci e potature tenendo conto della delicatezza della tematica del verde pubblico.
“In molti in questi due anni e mezzo di mandato  – aggiunge Mortandello –  hanno speculato politicamente su tema, ben sapendo della situazione di estremo disagio da cui siamo partiti, dovuta a una gestione clientelare che ha portato negli anni ad un enorme spreco di risorse. Ora siamo arrivati a una svolta. Per il futuro la  grande ambizione è arrivare a una gestione unica per tutti i comuni del bacino Terme e Colli, in particolare modo Abano e Montegrotto”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *