L’indennità per il doposcuola

Un doposcuola per i ragazzi con l’indennità del Presidente del Consiglio comunale

L’indennità prevista per il Presidente del Comunale di Montegrotto Terme servirà per finanziare il doposcuola dei ragazzini che ne hanno bisogno. 

“Ho dichiarato subito dopo l’insediamento  –  spiega Renato Signorelli, presidente del Consiglio Comunale di Montegrotto Terme- che avrei rinunciato a percepire le indennità previste, circa 1.700 euro l’anno,  in quanto considero il mio impegno da amministratore un servizio di puro volontariato svolto per la mia città. Non sono il primo ed è una scelta dettata semplicemente dai miei valori e dalla consapevolezza che il mio lavoro di dirigente d’azienda non è compatibile con un secondo impegno intensivo in termini di orari e di disponibilità; come già detto lo considero volontariato, ovvero qualcosa in cui liberamente mi impegno e dedico tempo e risorse perché ci credo e voglio farlo, con la responsabilità di non tradire la fiducia dei concittadini che mi hanno eletto”.   

 La destinazione delle risorse è stata concertata con l’assessora al Sociale Betty Roetta scegliendo di sostenere l’accesso ed il sostegno a percorsi di studio di ragazzi della nostra città. “Il  Sed, servizio educativo domiciliare – spiega Roetta –  segue circa 20 fra bambini e ragazzi  in situazione di  disagio e non adeguatamente supportati nel percorso educativo, dall’ambito familiare o parentale, sostenendoli nel percorso di apprendimento e offrendo loro un supporto nelle attività di socializzazione. Per questo progetto l’amministrazione impegna circa 53mila euro all’anno. Con l’indennità del Presidente del Consiglio comunale sarà possibile fare di più”

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *