Marco Polo contro Montegrotto Terme: stop al decreto ingiuntivo

Marco Polo contro Montegrotto Terme: stop al decreto ingiuntivo
Primo importante risultato per il Comune 

La somma di  713 mila euro che la ditta Marco Polo ha chiesto al Comune di Montegrotto Terme con un decreto ingiuntivo non sono dovuti, almeno per il momento, perché “il contratto di appalto che ha dato origine alla transazione rientrerebbe in una vicende di corruzione per cui il contratto sarebbe stato ottenuto tramite pagamento di tangenti” e potrebbe essere nullo. Questa la decisione e la motivazione del  giudice Nicoletta Lolli che ha accolto le istanze dell’amministrazione di Montegrotto Terme contro la provvisoria esecutività richiesta dalla ditta che avrebbe obbligato il Comune a pagare la somma richiesta subito e non al termine del procedimento in corso.

 La Marco Polo, assieme alla Guerrato, ha gestito dal 2010 il servizio di illuminazione pubblica del Comune di Montegrotto. Il contratto ventennale da 16 milioni di euro è stato però risolto nel 2015 dal commissario prefettizio per inadempienze nel servizio.

 “La pronuncia del Tribunale – spiega l’avvocato Massimiliano De Benetti che rappresenta il Comune sampietrino – è un primo importantissimo risultato. Il Giudice ha deciso di respingere la provvisoria esecutività del decreto ingiuntivo perché ha ritenuto che possano esserci motivi di nullità nel contratto e quindi a cascata che sia affetta da nullità la successiva transazione. Questo palesa sin d’ora quello che potrebbe essere l’orientamento del Tribunale”.  

La vicenda degli appalti alle ditte Marco Polo e Guerrato si inserisce anche in più ampio contesto pensale per l’appalto nell’ambito del quale gli ex sindaci Luca Claudio e Massimo Bordin hanno già patteggiato una pena per corruzione. 

  “È un passaggio fondamentale – afferma il sindaco di Montegrotto Riccardo Mortandello – attendiamo con ansia il termine di questa vicenda sperando di poter liberare a bilancio la somma che abbiamo accantonato e di poterla mettere a disposizione dei cittadini di Montegrotto. Questa è la pesante eredità dell’amministrazione Claudio con cui purtroppo dobbiamo continuare ad avere a che  fare”. 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *