Istituito a Montegrotto Terme il “Registro comunale delle disposizioni anticipate di trattamento” (DAT)

Montegrotto Terme istituisce il “Registro comunale delle disposizioni anticipate di trattamento” (DAT)

Il Comune di Montegrotto Terme, con delibera approvata nell’ultimo Consiglio comunale, ha deciso di istituire il “Registro comunale delle disposizioni anticipate di trattamento”. 

Secondo quanto previsto nella legge sul “biotestamento” entrata in vigore all’inizio del 2018, i cittadini hanno il diritto di “esprimere le proprie volontà in materia di trattamenti sanitari nonché il consenso o il rifiuto rispetto ad accertamenti diagnostici o scelte terapeutiche e a singoli trattamenti sanitari”. In altre parole, si può indicare ora la propria volontà rispetto al fatto di accettare o rifiutare accertamenti e terapie in momenti della vita in cui non si sarà in grado di esprimere consapevolmente tale opzione. 

Una delle opzioni previste dalla legge è l’espressione della propria volontà tramite scrittura privata semplice che può essere raccolta dal Comune. 

Per questo il Comune di Montegrotto ha demandato all’ufficio di Stato civile la raccolta delle disposizioni anticipate di trattamento dei cittadini residenti a Montegrotto Terme. 

“I nostri referenti raccoglieranno i moduli  – spiega il sindaco Riccardo Mortandello – ma non potranno, non avendo le competenze e non essendo previsto dalla legge, dare indicazioni sui contenuti. Per questo indicheranno ai cittadini la necessità di una condivisione con il proprio medico. Attendiamo per i prossimi mesi l’istituzione di un Registro Nazionale dei Dat, al quale il nostro registro si collegherà”.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *