Nuove basi per un nuovo sviluppo turistico

OGD Terme e Colli Euganei

Abbiamo posto le basi per lo sviluppo turistico del territorio

Mercoledì 9 maggio si è riunita la cabina di regia dell’OGD Terme e Colli Euganei. Al termine dei lavori si è deciso di dare una risposta congiunta all’articolo comparso nel Mattino di Padova dello stesso giorno a pag. 28 dal titolo “Ogd, Gallana a testa bassa «Un anno senza risultati»”.

L’OGD Terme e Colli Euganei, istituita nel mese di settembre 2016 è l’unico l’interlocutore riconosciuto dalla Regione Veneto per le politiche turistiche locali ed è il modello di organizzazione che più si avvicina a quello delle altre destinazioni europee. Siamo pertanto convinti che l’Organizzazione di Gestione di Destinazione sia la risposta più adeguata alle nuove sfide del turismo globale.

A partire da luglio 2017 l’OGD, grazie al sostegno regionale, si è avvalsa della consulenza di un team di professionisti che conoscono il territorio e che hanno operato con successo nelle destinazioni del Trentino Alto Adige. Il prodotto di questa proficua collaborazione si è concretizzato in diversi risultati:

– Sviluppo del concetto turistico: siamo la prima destinazione della salute preventiva d’Europa.
Sviluppo di un modello organizzativo: la cabina di regia e il tavolo di confronto sono gli organismi di concertazione della strategia turistica, mentre i consorzi privati, in forma associata, sono lo strumento operativo dell’OGD. È il modello che sta prendendo piede in tutto il Veneto e che ci permette di appianare le difficoltà del passato che hanno generato divisioni.
– Messa in atto di un piano operativo: azioni condivise che ci permetteranno di migliorare i servizi di accoglienza turistica e di realizzare nuove azioni di marketing.
– 4 progetti di interesse diffuso (termalismo, cicloturismo, turismo esperienziale e culturale) di cui 1 come capofila e 3 come partner.
– Realizzazione dell’immagine coordinata per tutta la destinazione.
– Ristampa di due brochure di destinazione in dotazione agli uffici: 27.500 copie in italiano e in lingue straniere.
– Adozione IDMS, Internet Destination Management System, il sistema unico di gestione degli eventi

Queste sono le fondamenta sulle quali costruire il turismo di qualità e lo sviluppo sostenibile di tutto il territorio. Il nostro impegno dei prossimi mesi sarà orientato principalmente al coinvolgimento del sistema territorio e all’attuazione del piano operativo.

Nei numerosi incontri di lavoro si è dato spazio al riconoscimento delle esigenze reciproche, alla creazione di sinergie e forme di cooperazione tra pubblico e privato per lo sviluppo di nuovi prodotti turistici delle Terme e dei Colli Euganei. In parallelo sono stati approvati progetti sul cicloturismo, sul turismo della salute, della cultura, della gastronomia e dell’arte. Questo sta permettendo il coinvolgimento di un numero sempre crescente di operatori e associazioni del territorio. Ad oggi, il finanziamento dell’OGD, fondamentale per assicurarne le funzioni di accoglienza e marketing per l’anno in corso, ammonta a circa 500 mila euro per il 2018. Auspichiamo che le progettualità territoriali dei singoli possano confluire nell’operato dell’OGD, perché l’investimento economico si moltiplichi nel beneficio e nel successo turistico grazie all’apporto di un territorio organizzato. Inoltre siamo aperti alla collaborazione con le altre OGD della provincia, consapevoli che le diverse specificità turistiche possono rafforzare l’offerta turistica regionale.

Crediamo che il lavoro fin qui svolto sia stato utile ad ottenere una prima struttura di coesione turistica e che l’OGD abbia i presupposti per evolvere verso un vero e proprio sistema organizzato di coordinamento della gestione e della destinazione dei prodotti turistici. Il futuro del turismo, come leva per lo sviluppo sostenibile per il territorio passa da qui: dalla responsabilità e dal contributo di ciascuno di noi.

Comunicato Stampa firmato dai componenti della cabina di regia dell’OGD Terme e Colli Euganei:

Riccardo Mortandello per Comune di Montegrotto Terme
Carmen Gurinov per Comune di Battaglia Terme
Gianni Mamprin per Comune di Monselice
Resy Bettin per Comune di Torreglia
Riccardo Ruggiero per Confindustria Padova
Marco Calaon per Camera di Commercio
Vincenza Riefolo per Confesercenti Del Veneto Centrale
Umberto Carraro per Consorzio Terme Euganee
Giovanni Gottardo per Consorzio Venetoacquaeterme
Leonardo Granata per le altre Associazioni

Scarica il destination management plan dell’OGD Terme e Colli Euganei >>>

Si riportano alcune dichiarazioni dirette dei singoli componenti della cabina di regia.

Riccardo Mortandello, sindaco di Montegrotto Terme e Presidente pro tempore dell’OGD Terme e Colli Euganei: “Mai come oggi, grazie all’OGD, esiste una rete territoriale tra amministrazioni pubbliche e associazioni di categoria: una collaborazione finalizzata alle dinamiche turistiche e al progresso economico del territorio”.

Umberto Carraro, Presidente Consorzio Terme Euganee: “Ritengo doveroso che l’utilizzo dei proventi derivanti dalla tassa di soggiorno venga discusso e coordinato al tavolo dei partecipanti dell’OGD: tale imposta rappresenta infatti uno strumento ordinario di finanziamento del turismo, che ricordo essere un fattore competitivo delle principali destinazioni turistiche nazionali ed internazionali. Solo così i privati, attraverso i due Consorzi, potranno in maniera corale rigenerare il prodotto turistico e contribuire alla promozione del territorio tutto. Gli albergatori credono in questo tavolo come motore del futuro turistico della destinazione Terme e Colli Euganei.

Gianni Mamprin, Comune di Monselice: “Condivido le parole del Sindaco di Este Roberta Gallana quando dice che l’OGD è un organismo troppo importante per il nostro territorio, e credo anch’io che i Colli Euganei e le Terme siano due elementi straordinari e imprescindibili per la promozione turistica della destinazione: invito dunque a mantenere lo spirito di collaborazione dimostrato fino ad oggi, la cabina di regia è aperta a tutte le proposte progettuali che rientrino in un piano condiviso e coerente con i valori del nostro territorio.”

Giovanni Gottardo, Presidente Consorzio Venetoacquaeterme: “L’OGD Terme e Colli Euganei, ha dato vita al primo tavolo di discussione pubblico-privato dopo anni di “muri” e divisioni tra aziende del settore turistico e Amministrazioni Comunali. Gli albergatori ora guardano con fiducia al neonato ente di gestione della destinazione. È importante infatti il ruolo che i due Consorzi di promozione turistica stanno svolgendo all’interno della cabina di regia, dove grazie al consolidato know-how decennale e ad un proficuo dialogo con le pubbliche amministrazioni e le categorie si sta delineando la strategia futura di marketing turistico. Non dimentichiamo inoltre che l’OGD ha già portato i primi benefici in termini economici: alcuni colleghi infatti, grazie alla costituzione dell’OGD, hanno potuto accedere ad importanti fondi europei per gli investimenti innovativi nel settore ricettivo turistico.”

Resy Bettin, Comune di Torreglia: “L’OGD è un’occasione importante per creare una vera rete territoriale tra pubblico e privato per lo sviluppo del turismo. Questo potrà portare a migliorare l’offerta a vantaggio del turista, con un rilancio innovativo del settore, ma anche a vantaggio del singolo cittadino residente. Questa opportunità va colta e i confronti, talvolta vivaci, che in seno ad essa si sviluppano devono essere volti in positivo e colti come motivo di crescita e miglioramento.

Marco Calaon, Camera di Commercio: “L’OGD è di fatto un’occasione di dialogo costruttivo tra pubblico e privato che permette di confrontarsi sulla programmazione, l’attuazione e la gestione di progetti concreti, rispettando da una parte i tempi della politica e dall’altra gli interessi dei privati, tanto degli operatori economici delle Terme quanto degli agricoltori e artigiani dei Colli.

Vincenza Riefolo, Confesercenti Del Veneto Centrale: “L’evoluzione e il rinnovamento del turismo e di un’offerta che si misura con una domanda sempre più complessa ed esigente, in accoglienza come in risorse del territorio con le sue specificità ed unicità, vede come unica strada quella tracciata dall’OGD Terme e Colli Euganei, un organismo di coesione territoriale che in sinergia tra pubblico e privato può sviluppare e rendere la nostra destinazione una meta attrattiva per i turisti visitatori del nuovo millennio e per i cittadini residenti, un luogo da vivere, che in armonia con le sue risorse crea ricchezza e benessere.

Riccardo Ruggiero, Presidente della Sezione Terme e Turismo di Confindustria Padova: “È tempo che tutti i campanili suonino la stessa musica. L’OGD delle Terme e dei Colli Euganei è un esempio, pur tra mille difficoltà, di come deve funzionare l’organizzazione di una destinazione turistica oggi. L’aver saputo mettere attorno ad un tavolo tutte le componenti del territorio, in sintonia con la Regione Veneto, è stato un lavoro lungo e proficuo, ma è solo all’inizio. Un lavoro che, cominciato l’anno scorso, ha bisogno di tempo e risorse per cominciare a essere protagonista della valorizzazione di tutti i turismi della destinazione Terme e Colli Euganei (termale in primis, ma anche enogastronomico, cicloturistico, esperienziale,…) che vicendevolmente possono trarre vantaggio dal coordinamento delle azioni di tutti gli stakeholder.

Carmen Gurinov, Comune di Battaglia Terme: “Battaglia Terme ha vissuto la stagione d’oro del termalismo e, dopo la chiusura dello stabilimento INPS, ha subito anche la fine di un certo modo di vivere il turismo. Oggi, grazie ad una nuova domanda turistica più attenta alla salute, alla cultura, alla natura possiamo pensare ad una nuova stagione. Solo se ci diamo una dimensione territoriale e organizzativa riusciremo a rilanciare il turismo termale e a far conoscere nel mercato i Colli Euganei.

Leonardo Granata, Associazioni di categoria dell’agricoltura e dell’artigianato: “OGD Terme e Colli rappresenta una opportunitá unica per costruire una rete operativa e realmente efficace aperta a tutti gli operatori del territorio, superando vecchie logiche di gestione localistiche e personali. In particolare l’agricoltura, con i prodotti delle aziende agricole e gli agriturismi, e l’artigianato valutano molto positivamente il grande impegno di coinvolgimento, conoscenza reciproca e coesione svolto nel corso dell’ultimo anno.”

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *